In evidenza

Aumentare la produttività dei macchinari con IIoT e analisi dei dati: come fare?

Ottimizzare le risorse ed aumentare la produttività

Qualsiasi azienda, per vendere i propri prodotti, necessita di una filiera produttiva sempre al top e pronta ad esaudire le richieste di mercato. Aumentare la produttività senza investire in nuovi macchinari è possibile: ecco come vincere la concorrenza e incrementare i ricavi tramite la tecnologia

È un dato accertato che la maggior parte degli investimenti di capitale per far funzionare un’azienda confluisce nell’acquisto di macchinari necessari alla filiera produttiva. Che essi siano di alta tecnologia o che siano più tradizionali, il loro acquisto pesa in maniera determinante sul budget di spesa dell’azienda. Dal fornaio alla società specializzata in nanotecnologie: ogni attività potrebbe incrementare i propri guadagni in maniera esponenziale se solo ottimizzasse la produzione.

 

La soluzione più semplice ed economica non riguarda sempre l’allargare la filiera produttiva espandendosi spazialmente ed acquistando nuovi macchinari. Tale strategia, oltre ad essere enormemente dispendiosa, non riesce a garantire una resa ottimale in qualsiasi momento ma – al contrario – aumenta i rischi legati alla produzione.

 

È noto ad ogni imprenditore, grande o piccolo che sia, che ogni malfunzionamento o guasto rischia di far saltare la catena produttiva. Tale mancanza potrebbe far andare in tilt le consegne previste e – in un mondo commerciale ricco di concorrenza – è sempre meglio non scontentare il cliente.

 

Un presupposto di base per migliorare l’efficienza produttiva

 

In linea di massima, se il concetto alla base della catena produttiva è vincente, anche la produzione avrà difficilmente intoppi legati a guasti, malfunzionamenti o ritardi. Minimizzare i rischi appare scontato, ma scegliere il modo giusto in cui farlo lo è di meno. Il modello di lavoro più intuitivo potrebbe essere quello di “imparare dall’esperienza”, ovvero far tesoro di peculiari situazioni fatte in passato per evitare che queste si ripetano.

 

Il metodo tradizionale

 

Tale filosofia ha indubbiamente degli svantaggi: in primo luogo un imprenditore non può permettersi di risolvere un problema solo quando questo si è palesato, ogni interruzione della produzione comporta un potenziale danno economico. Inoltre – sempre in linea teorica – portare i propri macchinari al limite prima di risolvere il problema potrebbe causare danni irreparabili a tutta l’attrezzatura produttiva. Tale atteggiamento costituirebbe una perdita di capitale assolutamente poco razionale.

 

Altro aspetto da considerare è lo spreco di risorse e mezzi che implica tale strategia aziendale. Per evitare che problematiche (già sperimentate) possano essere nocive alla produzione, ma anche per garantire le basilari norme di sicurezza per i lavoratori, è necessario effettuare ripetutamente controlli tecnici e di qualità. Tale compito potrebbe distogliere importanti risorse lavorative dallo svolgimento di mansioni ben più importanti volte ad aumentare la produttività – e di conseguenza il ricavo economico complessivo.

 

 

Data analytics: i vantaggi di raccogliere dati

 

La tecnologia può dare indubbiamente una risposta a tale dilemma e proiettare la tua attività in quella che spesso è chiamata Industria 4.0. Funzionando i macchinari industriali tramite componenti tecnologiche, perché non volgere al proprio vantaggio l’innovazione tecnologica anche per quanto riguarda manutenzione e studio della produttività?

 

Investire nel mondo del data analytics non solo permette di avere sempre statistiche aggiornate su ogni fase del ciclo produttivo, ma anche di intuire falle e sprechi di risorse da ottimizzare. In tal modo si potrà capitalizzare al meglio l’investimento fatto per l’acquisto di tali apparecchiature. Come è ben noto i dati sono parametri del tutto oggettivi, ma questi riescono a “parlare” solo quando sono consultati in maniera adeguata.

 

Ne consegue che attraverso piattaforme create ad hoc e condivisione continua di dati in cloud con database interni ed esterni, è possibile ottenere responsi sorprendenti sull’operatività della propria azienda, ottenendo informazioni utili ad aumentare i ricavi ottimizzando ogni singolo centesimo del capitale investito.

 

Industrial Internet of Things (IIoT): significato, cos’è e come può migliorare la produzione

 

Partendo proprio dal concetto di data analytics si sviluppa quello dell’Industrial Internet of Things, ovvero una sorta di rete smart che si instaura tra vari macchinari, un dialogo che riesce – tramite l’interpretazione dei dati di funzionamento – a prevedere guasti e malfunzionamenti in largo anticipo, ma anche stabilire in anticipo quando arriverà la fine del ciclo di vita della macchina in questione.

 

A che punto è l’IIoT?

 

Per quanto tale capacità tecnologica possa sembrare a tratti assurda, l’IIoT ha già fatto passi da gigante e la letteratura scientifica ne testimonia l’impressionante progresso. Fonti autorevoli hanno stabilito che entro il 2025 saranno investiti 11mila miliardi di dollari in tali tecnologie per un risparmio di spesa ancora più consistente. Tra i vantaggi che un tale sistema può portare ad un’azienda è giusto ricordare:

 

  • La determinazione del RUL (Remaining Useful Life): ovvero la capacità di stabilire il ciclo di vita rimanente di un macchinario ed ottimizzarne la produttività sintonizzando al meglio tutte le fasi produttive
  • EWS (Early Warning System): incrociando i dati, il sistema potrà predire fino a 12 giorni in anticipo quando e come si verificherà un guasto che potrebbe rallentare la produzione.
  • Gestione di logistica e retail: grazie alle previsioni del software è possibile gestire in maniera efficiente la fase del packaging, della logistica e – ove previsto – del settore retail. Lavorando sulle statistiche il sistema riesce ad elaborare piani di produzione e di vendita secondo i trend del periodo e del mercato

 

In realta l’IIoT, tecnologia che alla prova dei fatti è molto più abbordabile di quanto possa sembrare, può essere adeguato con successo a grandi aziende, a PMI, a strutture pubbliche, a consorzi, catene di vendita. Investire in tal senso significa indubbiamente investire nel futuro, con ritorni di spesa sia immediati che a lungo raggio.

 

I servizi di OfficeAdOk per la tua azienda

 

Speriamo che la nostra spiegazione sia stata abbastanza esaustiva: il nostro obiettivo era dimostrare come una terminologia ostica possa essere ricondotta a concetti comprensibili e familiari per tutti. Noi di OfficeAdOk possiamo proporti soluzioni su misura sia per la formazione, sia per realizzare l’infrastruttura informatica di ogni tuo progetto. Crediamo fortemente nella trasversalità e nei progetti integrati tra comunicazione, piano aziendale e ottimizzazione della produzione tout court. Per avere idea di come lavoriamo e come possiamo essere d’aiuto al tuo progetto, non esitare a contattarci: formuleremo un piano pensato ad hoc integrando – ovviamente – i tuoi punti di vista ed i tuoi obiettivi.