News

Come creare un sito web aziendale? Checklist da utilizzare

Se stai per creare un tuo sito web, accertati di seguire la nostra checklist per un risultato perfetto

Ogni azienda dovrebbe avere il proprio sito web per raggiungere il massimo numero di clienti possibile. Non è difficile creare un sito web efficiente e professionale, basta solo seguire alcuni passi e – a fronte di un investimento minimo – è possibile avere un buon ritorno economico. Ecco quindi una checklist da seguire per realizzare un sito web aziendale

 

Nel 2017 uno studio ISTAT ha rilevato che il 66% degli italiani utilizzava regolarmente Internet, con picchi quasi totali tra le fasce d’età più giovani (oltre il 90%). Col passare degli anni il numero degli utenti informatici è destinato ad aumentare radicalmente, fino a coinvolgere la quasi totalità della popolazione. È quindi ovvio che il web è un mezzo comunicativo e pubblicitario che nessuno può permettersi di ignorare.

Mancano ancora studi di settore in tale direzione, ma le aziende che non hanno un sito web e non hanno familiarità con i meccanismi della rete sono ancora molte. Specialmente in un panorama aziendale come quello italiano, in cui le PMI sono la maggioranza, la diffusione della cultura internet non è ancora diffusa.

Tuttavia creare un sito web non è assolutamente difficile. In Italia esistono numerose agenzie di comunicazione e professionisti specializzati nella comunicazione B2B. Se vuoi accertarti che il tuo sito web sia performante e ben aggiornato, dovresti quindi seguire questa checklist. Vediamola insieme.

Passaggi da seguire per creare un sito web aziendale: il lato tecnico

La parte tecnica è fondamentale. La buona riuscita di un progetto web è data ovviamente dalla qualità e dalla quantità dei contenuti inseriti, ma anche dalla correttezza della configurazione di parametri ed impostazioni. Sono tre gli elementi necessari per creare un sito, questi sono: dominio, hosting e CMS.

Dominio: cos’è e come comprarlo

Il dominio è l’indirizzo del sito, che spesso coincide col nome dello stesso. Quando si parla di www.nomesito.it, si sta parlando del dominio. Avere un dominio proprio di secondo livello è necessario per garantire professionalità al sito. Acquisirlo non è difficile. Basta rivolgersi ai fornitori più popolari di servizi web per acquistare in pochi minuti il tuo dominio.

I costi possono essere molto contenuti. Un dominio medio costa dai 3 ai 10 euro l’anno, il prezzo potrebbe aumentare se acquisti un dominio già assegnato. Ciò che ti consigliamo è scegliere un dominio che contenga semplicemente il nome della tua azienda.

Scegli un hosting adatto alle tue esigenze

Un hosting è un servizio che permette di ospitare fisicamente le pagine del tuo sito. È un server dove viene ospitato tutto ciò che pubblichi e reso disponibile alla rete. Esistono diversi piani di hosting e diverse aziende ce offrono tali servizi. Scegli il più adatto alle tue esigenze, ma ciò che ti consigliamo è partire sempre con un hosting performante, in modo da non trovarti impreparato in caso di espansione improvvisa del tuo pubblico.

CMS: meglio usare WordPress?

In inglese “content management system”, il CMS è un software che permette di caricare e gestire contenuti sul proprio sito. I CMS più comuni sono WordPress e Joomla: entrambi open-source, ovvero gratuiti, permettono una discreta personalizzazione e l’installazione di una vasta gamma di temi o plug-in.

sito wordpress guida

Ciò che ti consigliamo è puntare decisamente su WordPress, è l’hosting più popolare a livello mondiale per siti medio-piccoli ed è molto affidabile. Essendo molto comune, potrai trovare sempre un forum o un servizio di assistenza gratuito per risolvere tutti i tuoi problemi. WordPress, poi, ha un’interfaccia molto intuitiva: pubblicare sarà semplicissimo.

Scarica i plug-in fondamentali

I plug-in sono estensioni scaricabili sui maggiori CMS per implementare alcune funzioni non incluse nel pacchetto di base o nel tema. Molti, i più popolari, sono gratuiti, altri sono a pagamento. Tuttavia i plug-in basilari che stiamo per proporvi sono assolutamente gratuiti, o al limite ottenibili in versione freemium. Questi sono:

  •  Yoast SEO, fondamentale per gestire i metadata e per avere un parere sulla validità SEO di ciò che si sta pubblicando. Per chi è a digiuno di Search Engine Optimization, è la scelta ideale.
  • Askimet, plug-in necessario per proteggersi dagli attacchi spam
  • WP Super Cache, serve a creare una copia cache delle pagine e a proporle all’utente, così facendo si aumenteranno le prestazioni e si potranno fare passi avanti verso l’ottimizzazione del sito.

Crea le prime pagine

Ogni sito aziendale dovrebbe avere alcuni punti fermi da cui partire. Oltre alla classica homepage, che dovrebbe essere ben organizzata e interattiva, oltre a svolgere funzioni di vetrina, bisogna prevedere altre pagine da mandare online già alla prima release. Queste sono:

  • Servizi o Prodotti
  • Chi Siamo
  • Contatti
  • Privacy Policy
  • Termini e condizioni di vendita (solo per e-commerce)
  • Blog

Questo è il pacchetto giusto per iniziare: tali pagine risponderanno alle curiosità più basilari dell’utente e lo aiuteranno a mettersi in contatto con te. Ecco perché nella pagina contatti, oltre ad indirizzo, numero di telefono ed email, dovresti prevedere anche un form di contatto.

Per quanto riguarda Privacy Policy e Termini di vendita, si tratta di pagine obbligatorie per legge. Per stilarle dovresti rivolgerti al tuo avvocato o ad un esperto di sicurezza informatica. Se ciò non potesse essere possibile, ti consigliamo di iscriverti a piattaforme specializzate in privacy policy.

 

Blog ed Articoli

A cosa serve un blog su un sito aziendale? Molto semplice: ad attirare nuovi clienti. Un blog ben scritto e costantemente aggiornato ti permette di offrire informazioni professionali molto importanti ai tuoi clienti, i quali saranno poi invogliati a contattarti per saperne di più o per ottenere una consulenza. creare blog aziendale comeLa strategia blog è certamente una strategia di lungo corso, ma a pieno regime sarà capace di aumentare esponenzialmente le visite sul tuo sito e di far crescere la tua brand awareness. È quindi fondamentale integrare una buona strategia SEO: in tal senso sarà possibile far apparire i tuoi articoli tra le prime posizioni di Google. Considera quindi di elaborare o commissionare articoli specialistici sul tuo settore e pubblicarli sotto il logo della tua azienda.

I clienti saranno sicuramente impressionati dalle tue competenze e il risultato sarà assicurato! La strategia blog è infatti una delle più praticate da tutte le aziende che si affacciano al mondo di internet.

Scrivi Cornerstone e news di settore

Il blog dovrebbe essere prima popolato di articoli lunghi, specialistici e universalmente fruibili. Questi sono i cornerstone: post che saranno letti sempre e che bisogna aggiornare di tanto in tanto.

Le news invece sono articoli più istantanei: basta rispettare un certo tempismo e trattare una notizia di settore che potrebbe avere interesse presso la tua clientela. Ricordati sempre di utilizzare le famose 5W del giornalismo e contestualizzare ciò che scrivi con la tua attività.

Studia una strategia social

Il tuo sito dovrebbe sempre essere interconnesso con un gran numero di piattaforme social. Facebook, LinkedIn, Instagram, Twitter: considera di stilare un piano editoriale per pubblicizzare il tuo sito ed – eventualmente – promuoverlo tramite inserzioni a pagamento. Anche in questo caso, possiamo garantirti che un minimo investimento può generare grandi risultati.

Quando, poi, il tuo blog sarà andato a pieno regime, programma una condivisione sistematica dei tuoi articoli: la tua rete professionale potrebbe allargarsi e nuovi clienti potrebbero interessarsi ai tuoi contenuti.

Cosa può fare OfficeAdOk per il tuo ufficio

OAO è un fornitore qualificato di supplies e consulenze per aziende e Partite IVA. Siamo specializzati nel settore web e – avvalendoci degli sviluppatori e web designer più competenti – possiamo studiare per te un sito web performante e professionale.

Crediamo che il sito web debba essere solo la punta di una strategia più ampia che includa tutti i canali di comunicazione. Contattaci per avere un preventivo dettagliato e personalizzato: un nostro consulente potrà indicarti qual è la strada giusta da seguire per migliorare il tuo business.

Add CommentYour email address will not be published